27 Mag
  • By Smom Onlus
  • Cause in Africa

completato il progetto alla Makerere University

COMPLETATO IL PROGETTO ALLA MAKERERE UNIVERSITY DI KAMPALA  (UGANDA)

Con il conseguimento dei diplomi di laurea agli odontotecnici del secondo ciclo di formazione universitaria l’impegno sottoscritto da Smom e Cna-Sno nel 2010 con la Makerere University di Kampala, in Uganda, si è concluso. Un sistema sanitario qualicato, quale è quello ugandese, punto di riferimento per oltre 100 milioni di persone, oggi ha nalmente una scuola di formazione per costruttori di protesi dentali. Sede del progetto è stato l’Ospedale Mulago, nosocomio di riferimento nazionale con circa 1.600 po- sti letto, un policlinico che abbraccia tutte le specialità mediche ed è sede della facoltà di medicina dell’Università Makerere. Il progetto che è durato da giugno 2010 a giugno 2016 ha creato un efficiente laboratorio odontotecnico con 17 postazioni di lavoro e ha istituito un corso universitario triennale per la formazione di odontotecnici.

Oggi il laboratorio con l’annesso corso di formazione è una realtà perfettamente integrata nel sistema sanitario e universitario ugandese. Con la rivitalizzazione del servizio all’interno dell’Ospedale Mulago è stato un crescendo fra il numero di pazienti che ricevono protesi di adeguato standard qualitativo unito al riscontro economico dove negli ultimi mesi dell’intervento l’economia raccolta si era attestata intorno ai 1.000 euro mensili, cifra, a queste latitudini, tutt’altro che banale considerando che i lavori erano svolti principalmente dagli studenti.

I partner italiani hanno fornito l’hardware (attrezzature, materiali, strumenti e i supporti didattici necessari per la formazione), competenze e risorse umane che, insieme a quelle messi dai partner ugandesi, hanno organizzato la prima scuola di formazione, pienamente riconosciuta, per l’odontotecnica in Uganda.

Dei 12 studenti iniziali tre sono a contratto con l’Università, uno è stato assunto dall’Ospedale mentre due, già soldati dell’esercito, hanno fatto ritorno alla caserma centrale di Bombo dove operano all’interno del laboratorio. Dei rimanenti sei uno si è arruolato nella Polizia, dove c’è la volontà di aprire un laboratorio per i membri delle forze dell’ordine e le loro famiglie, due si sono associati e hanno aperto un laboratorio a Kampala, dove fanno protesi rimovibile essa, mentre gli ultimi tre hanno aperto delle strutture nelle loro cittadine di origine. Anche il futuro dei dieci nuovi odontotecnici che si laureano all’inizio del 2017 è assicurato. Specialmente a Kampala, ma anche nel resto del Paese, è un fiorire di nuove strutture sanitarie. Anche il settore della distribuzione di articoli dentali per il laboratorio è in costate ascesa.

«Come operatore sul campo sono molto orgoglioso del successo raggiunto, in particolare per i ragazzi e le ragazze che con notevoli sforzi sono arrivati a un traguardo così importante. Veri odontotecnici made in Uganda, cui si apre un mondo di opportunità professionali e sociali perché con le competenze che hanno acquisito e sviluppato possono veramente cambiare in meglio la propria esistenza e quella delle loro famiglie, ma anche e soprattutto migliorare la qualità di vita di molte persone» ci ha detto Giacomo Babaglioni, volontario italiano di Smom onlus che ha seguito il progetto n dall’inizio.

30 Ago

Smom: Educarne uno per salvarne migliaia

  • By Smom Onlus
  • Cause in Africa
Un estratto dell'articolo scritto dal nostro volontario Mauro, oggi a Ngozi nel Burundi, per il quotidiano L'Indro di Giovedì
15 Lug

Il Progetto di Smom Onlus in Burundi

  • By Smom Onlus
  • Cause in Africa
Il progetto dell'associazione Smom onlus in Burundi punta a dotare il sistema sanitario nazionale burundese di un servizio di
Leggi tutto